Activity

  • Adamo Montalbini became a registered member 1 week, 5 days ago

    • Welcome Adamo, glad you made it! Whereabouts in Italy are you?

    • If you search here for Italy you’ll find our other Italian members – Paolo, Fabiano, Vittorio… https://www.friendsofamida.com/members/

    • Welcome Adamo,
      I guess we are already in contact on Facebook 🙂
      Well, Satya, maybe we’ll be able to enstablish an Italian sangha (maybe a virtual one, because it seems we’re spread all along Italy 🙂 )

      • You are! If you need any support in doing that, do let us know! Was it you who was thinking of doing some translating?

        • Yes Satya, it was me. Well, at the moment I’ve translated the summary of Faith & Practice from the Nien Fo book: it’s not very much, but it’s a beginning 🙂
          Well, I’ll surely let you know, because I don’t even know how to start it. I mean, given the fact that we italian members of this community are spread all along the Country, I guess that an online Sangha will be the better solution. I was also thinking about asking the support to some local Sanghas of other traditions: if I remember well, Dharmavidya wrote about the ecumenical reltions they have in France with teachers of other traditions. How about it?

          • Ah, that’s wonderful – are you happy for us to use it? I’m wondering about starting a page for translations… If you’d like a Skype sometime to talk about the possibility of starting a group, just let me know – satya@satyarobyn.com. You could ask for support from other teachers – they may be preoccupied with their own groups, but maybe not! They are sometimes able to offer spaces to practice etc. Namo Amida Bu.

            • Dear friends, Reading these intentions is a great joy, May the name of Amida reach the Italian people, Namu Amida Bu

            • I signed up for 30 days of nembutsu, Today is a beautiful new beginning

            • Paolo replied 1 week ago

              Hi Satya and Adamo,
              I can post it somewhere here (Satya please let me know where it fits better). I hope I haven’t made too many translation mistakes 🙂 Well, we could talk on skype, but I have to tell you that my spoken english is not so flowing 🙂
              By the way, how about trying to start a facebook page in italian? Of course, it would be wonderful if Satya and Kaspa could be involved in the page (this is to assure that the contents of the page are alligned with the Amida Shu doctrine).
              My idea of the page is what follows:
              – the Amida Shu logo as profile image;
              – the name could be “Amida Shu – Italian page (or chapter)” “Amida Shu – pagina in italiano”;
              – a small introduction to what is Amida Shu buddhism (maybe I can take it from the book “Buddhism for foolish beings;
              – the translation of the “summary of fith & practice”;
              – links to the official page where one can find the audio samples of Nembutsu and so on…
              Of course, this is just my idea…let me know

            • Paolo replied 1 week ago

              Here’s the Summary of Faith & Practice in Italian (Adamo, please check for any wording error, thanks 🙂 )

              SOMMARIO DI FEDE & PRATICA

              Per coloro che, avendo un’affinità karmica con il Buddha Amitabha, desiderino praticare una vita religiosa dentro una fede davvero semplice, liberando sé stessi da sofisticazione e attaccamento a tutte le forme di ingegnosità, il metodo per aprirsi alla grazia di Amitabha è la pratica di Nien Fo con il corpo, la parola e la mente, in particolare la recitazione verbale di “Namo Amida Bu”. Questo non è qualcosa che venga praticato come una forma di meditazione, e neppure si basa su studio, comprensione e saggezza, o la rivelazione di un significato profondo. Il significato profondo c’è proprio perché il nembutsu è una finestra attraverso la quale l’intero universo dell’insegnamento del Buddha può essere percepito in tutta la sua profondità, ma niente di ciò è né necessario o neppure d’aiuto per aver successo nella pratica. Piuttosto tale studio coltiva le facoltà secondarie, da tenere separate dalla mente stessa della pratica.

              La pratica fondamentale richiede solo un essenziale: realizzare che sei un essere totalmente sciocco che non capisce nulla, ma può con piena fiducia recitare “Namo Amida Bu”; sapere che questo genererà la rinascita nella Terra Pura, senza neppure sapere cosa davvero sia la rinascita nella Terra Pura. Questa è la pratica per gli esseri ignoranti e l’ignoranza è essenziale per la sua realizzazione. Questa pratica abbraccia automaticamente le tre menti e la mente della contrizione come quarta. Perseguire qualcosa di più profondo o più sofisticato, o avere una teoria, o pensare che comprendere genererà un’illuminazione più grande di questa significa essere ingannati e precipitare di nuovo nell’automatismo per mezzo del quale l’intera pratica è rovinata. Per quanto saggio, istruito o abile possa essere, metti tutto da parte e sii completamente l’essere sciocco nella pratica. Nient’altro è richiesto e ogni altra cosa è di troppo. Fede e pratica non posso essere differenziate.

              Il corpo-Buddha è illustrato dai precetti. Quanto siamo inadeguati noi in confronto! Attraverso la nostra difficoltà quotidiana nel vivere i precetti, ci risvegliamo alla presenza della miriade di ostacoli karmici senza i quali percepiremmo già la terra dell’amore e della beatitudine, saremmo come il corpo-voto del Buddha. Così sappiamo attraverso l’esperienza che siamo esseri sciocchi dalla passione capricciosa. Questa consapevolezza della nostra condizione diviene parte del fondamento essenziale quando da origine alla contrizione. Perciò tutti gli ostacoli diventano impedimenti alla fede, a meno che proviamo contrizione e lasciamo andare. La salvezza, come è stato messo in chiaro dal sogno e consiglio a Tao Cho di Shan Tao, viene solo sange-mon.

              Se riesci a praticare con questa mentalità semplice, Amida ti riceverà e non avrai paura di nulla poiché tutto è completamente assicurato. Dimorando in questa fede stabile potresti usare le tue facoltà secondarie, la tua conoscenza, capacità e esperienza accumulata, come strumenti per aiutare tutti gli esseri senzienti. Ma poi non pensare che qualsiasi cosa di rilevante per la tua salvezza sia stata ottenuta, e nemmeno che abbia fatto qualcosa di te stesso. Qualsiasi merito possa esservi nelle tue azioni di questo tipo, dedicalo immediatamente e totalmente a beneficio degli altri, così che possano entrare nella Terra Pura e tu non venga gravato dalla coscienza della virtù che contaminerà soltanto la pratica. Come dice Honen, “senza arie puntigliose, recita con devozione il Nome”.

    • Hi both – yes, do set up a Facebook page, and you could have a page here (under locations) if you’d like. Thank you for the translation, would you be happy to email it to my colleague jnanamati@gmail.com who is collecting translations? My Italian is non-existent, and so I would be very happy to speak in your little English if you are happy! Namo Amida Bu!

      • Of course, I will email the translation as soon as possibile. I’ve translated also the chapter “A first taste of Pureland Buddhism” from the book “Just as you are”. I just have to check them both better (I am a bit of a perfectionist when it comes to writing 🙂 ).
        Namo Amida Bu

Skip to toolbar